mercoledì 23 settembre 2015

Armi, acciaio e malattie-Breve storia del mondo degli ultimi 13.000 anni- Diamond Jared (Einaudi)

Il libro uscito alcuni anni orsono, nel 1997 ma successivamente aggiornato, mantiene comunque intatto il suo interesse che conferma il  Pulitzer per la saggistica  assegnatogli. Diamond Jared, l’autore, è una persona con interessi multidisciplinari (biologo, fisiologo e ornitologo) e così pure il suo libro. La domanda fondamentale a cui cerca di dar risposta nel libro è perché gli europei hanno assoggettato gran parte degli altri popoli? Secondo l’autore le diversità di sviluppo tra le popolazioni sono legate a motivazioni essenzialmente ambientali in senso lato. La presenza di  specie agricole e animali più facilmente addomesticabili e utilizzabili in primis, la contiguità geografica che ha favorito la trasmissione delle pratiche migliori e anche la necessità di adottarle per non soccombere. L’autore ci conduce quindi in  un appassionante giro del mondo, con evidenza di casi esemplari con i quali illustrare e verificare le sue teorie. Nel suo libro vengono esposti aspetti attinenti alla linguistica, all'archeologia, alla genetica in maniera sempre interessante e mai noiosa, affiancando aneddoti personali a resoconti storici che partono da 13.000 anni fa sino ai giorni odierni. Il libro a mio parere non sempre risulta convincente e pecca forse, in alcuni assunti, di un certo «riduzionismo» nelle motivazioni dello  sviluppo ad alcuni fattori, anche se evita di  affermare che i fattori individuati siano  indici di superiorità culturale o morale dell’Occidente. Riamane  comunque un libro piacevole, interessante e ben documentato, anche se con  qualche ripetizione, che ne fanno un libro assolutamente da leggere e tenere nella propria biblioteca

Nessun commento:

Posta un commento